Clicca "Mi Piace" e Condividi su Facebook!
  •   
  •   

Gia’… e’ proprio cosi’ che molti rispondono alla domanda: “Ma hai mai provato a farti pubblicita’ su Internet per trovare nuovi potenziali clienti (anzi per farti trovare da loro) ?”

Non so perche’,  ma quando si parla di usare le potenzialita’ di Internet per acquisire nuovi clienti automaticamente utilizzando la lead generation (Pay per Click Adwords + Landing Page), al primo incontro le persone  mi guardano come se fossi un marziano ! Ma che sta dicendo questo ?
piccoleaziendepubblicita1Ho notato che chi ha una piccola impresa o una piccola ditta individuale ha una intrinseca quanto ingiustificata paura ad entrare nel mondo della pubblicita’ online :

– o perche’ ha paura di buttare via dei soldi per qualcosa che “non si tocca realmente” … non sono mica dei bei cartelloni grandi e grossi (e inefficaci…) che sono messi al centro della propria citta’ !

– o perche’ pensa che la pubblicita’ su internet sia appannaggio solo delle grandi aziende, famose, che possono sfruttare il loro nome, il loro brand.

Loro, essendo dei pesci piccoli, non riusciranno mai a venire fuori in mezzo al “mare magnum ” di Internet.

Be’… e’ esattamente il contrario: Internet puo’ essere la salvezza per molte piccole aziende che non riescono piu’ a rimanere nel mercato offline, per gli alti costi, la concorrenza spietata, i prezzi sempre piu’ competitivi ( che significa un margine di guadagno sempre piu’ basso); ma questo te lo spieghero’  meglio in un  prossimo articolo.

Ora voglio puntare l’attenzione su un altro fatto, collegato a questo discorso:

come supporto alla tesi che Internet, per i “pesci piccoli” (piccole aziende, ditte individuali che offrono servizi o prodotti, etc) serve a poco mi dicono:

“Ecco … vedi? Io ho il mio sito, Internet lo uso, c’ho provato, ma non ho ricevuto neanche un ordine o contatto, che sia uno ! Il traffico sul sito e’ pochissimo, l’ho anche pubblicizzato con il sistema del Pay per Click di Adwords, ma niente da fare, ho sprecato solo soldi… Internet non si puo’ utilizzare per una azienda come la mia”

E’ sempre la solita tiritera sentita e risentita … 🙂

E io rispondo sempre nello stesso modo:

“E’ esattamente vero cio’ che mi stai dicendo… Hai un sito, e’ vero…
Il traffico naturale sul sito e’ pochissimo e non e’ targhettizato, quindi zero vendite o contatti… e’ vero…
Hai usato Adwords senza risultati… e’ vero, hai sprecato un sacco di soldi…”

Ma la colpa non e’ del “sistema Internet”: la colpa e’ di come viene usato il sistema e soprattutto di come viene utilizzata la comunicazione nel marketing della tua azienda per arrivare alla vendita.

Continua nel prossimo articolo … Seguimi 🙂

Clicca "Mi Piace" e Condividi su Facebook!
  •   
  •   
  •  

10 comments

  1. Posizionamentoo on 16 aprile 2009 at said:

    Salver Ermes, ottimo articolo, hai reso perfettamente l’idea. Permettimi un appunto, quelle che tu asserisci come opzioni non dovrebbero essere separate da -o ma unificate assieme altre varie ed eventuali dato che nella maggiorparte dei casi lepiccole imprese pensano tutto quello e molto di più, daltronde è bene ricordare che molte di queste non hanno neanche un biglietto da visita (ben inciso che con l’avvento del web è ‘unica cosa cartacea che ancora serve). scusa se ti rubo altro spazio ma il post è un ottimo spunto, l’altro giorno sono andata ad acquistare le sigarette in in piccolo bar e mi è capitato di sentire una persona nota per avere una micro officina meccanica dispensare un cosniglio marketing ad un altra persona che voleva pubblicizzare la sua attività, cito testuale frase (ovviamemente italianizzata) <>.A tutti voi trarre le conclusioni del caso

    Lory

  2. Ciao Lory,
    si’, e’ vero…

    In effetti sarebbe meglio togliere l’opzione o – o ed unificare le due cose, aggiungendo anche altre considerazioni e paure che le aziende hanno verso il mondo “Internet”, dovuto alla non conoscenza delle opportunita’ che da’, oppure ad una conoscenza “deviata” o limitata di queste opportunita’.

    Purtroppo nel tuo messaggio non si legge il consiglio di marketing che ha dato il responsabile di quella officina…

    Se ripassi da queste parti, scrivilo… sarei curioso di conoscerlo 🙂

    Ciao ciao 🙂

    Ermes

  3. posizionamento on 9 maggio 2009 at said:

    Ciao Ermes, scusa il ritardo ma solo adesso mi sono accorta della risposta al commento.
    Attimo che mi viene ancora da ridere
    La frase in questione era questa, ma perchè non ti fai i calendari come fanno tutti ?

  4. Lory … non ho parole … 🙂

    nel 2009 con “tutto il mondo” a disposizione tramite Internet…

    purtroppo quello che manca e’ una cultura di base orientata al Marketing Diretto utilizzando Internet,che e’ uno degli strumenti di Direct Response Marketing piu’ efficaci che ci sia, che ti permette veramente di raggiungere migliaia di persone,
    anzi… meglio ancora: ti permette di essere trovato da migliaia di persone, se lo si usa con criterio e applicando diverse strategie, con tempi di risposta (e di reazione da parte tua) praticamente immediati, al contrario delle classiche campagne pubblicitarie che per capire se funzionano bisogna spendere migliaia o decine di migliaia di euro e poi aspettare mesi e mesi, magari scoprendo che e’ stato un flop…

    Ciao ciao
    Ermes

  5. posizionamento on 13 maggio 2009 at said:

    esatto ermes 🙂 nel caso ti trovassi a passare per vicenza e ti servissero sigarette o caffè per non sentire queste scene è meglio che ti fermi all’autogrill…

  6. Discorso interessante quello sulla “cultura informatica”. Secondo siamo ancora ad uno step indietro rispetto ad altri paesi perche i siti internet vengono visti troppo spesso come un “giocattolo” per migliorare l’immagine aziendale e non come una vera e propria opportunità di business. Secondo me qualcosa lentamente sta cambiando

  7. Buona sera,
    complimenti per l’articolo sig. Ermes. Sono d’accordo con lei relativamente alla reazione che frequentemente le persone hanno quando sentono parlare di SEM.

    Personalmente penso sia un comportamente “normale” di una persona che ha sempre vissuto in un mondo materiale ed ora viene, per la prima volta, a contatto con questo nuovo mondo digitale.

    Per noi che con il web viviamo sembra molto strana la loro reazione…ma per loro è molto più strano, quasi oscuro, capire effettivamente anche solo che lavoro facciamo noi!

    Buona serata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *